CASTRO, NEL SALENTO

L’antica Castrum Minervae, avamposto militare d’età romana, corrisponde all’attuale cittá di Castro comune di 2.426 abitanti in Provincia di Lecce (Puglia, Italy).
Il territorio comunale, situato lungo la costa orientale della penisola salentina, si articola tra l’ abitato principale (Castro alta) di cui sopravvive il pregevole borgo medievale, posto su un promontorio a 98 m s.l.m., e dalla parte bassa (Castro Marina), sorta intorno al porto turistico.

Centro balneare a forte vocazione marittima, legata alle tradizioni della pesca, vanta origini antiche quale erede della romana Castrum Minervae. Il territorio della cittá è impreziosito da siti in grotta unici al mondo dal punto di vista biologico e carsico, quali Grotta Zinzulusa e Grotta Romanelli, che hanno restituito testimonianze archeologiche d’età preistorica straordinarie. Il promontorio della città (Punta Mucurune) venne fortificato già nel II millennio a. C. ed è stato stabilmente popolato, pur con alterna fortuna, fino ad oggi.

Il sito antico ha conosciuto momenti di splendore sotto i Messapi, svolgendo un ruolo rilevante di emporio munito di porto; colonia romana, dopo la guerra contro Taranto, conservò tutta la propria importanza mercantile e strategica per il controllo del Canale d’ Otranto (lo Ionos Poros per i Greci), anche in età bizantina.
In età medievale fu sede di Diocesi e di Contea, governando un ampio territorio con numerosi Casali. La Diocesi e la Contea furono soppresse agli inizi del XIX secolo.

Il Comune, autonomo dal 1978, ha recuperato il proprio patrimonio storico, architettonico e monumentale ed ha in corso numerose campagne di scavo archeologico, in collaborazione con l’Università del Salento.
Da decenni rinomato centro turistico e balneare, si fregia da 8 anni dell’ambita Bandiera Blu d’Europa e negli ultimi 2 anni delle 5 e 4 Vele di Legambiente ed è stata elevata al titolo di “Città” con decreto del 20 Giugno 2017 del Presidente della Repubblica Mattarella, per “ricordi, monumenti storici e attuale importanza”, su relazione del Ministro dell’ Interno.
Vanta un gemellaggio con la città di Edremit in Turchia, in virtù del riconoscimento di Castro come luogo di approdo del leggendario eroe omerico Enea, nel III libro dell’Eneide.

PER SAPERNE DI PIÙ

PER ARRIVARCI

IN AUTO
Uscita autostrada Bari Nord
Strada statale 16 Adriatica Bari-Lecce 150 Km
Lecce – Castro 48 Km

IN TRENO
Stazione Ferrovie dello Stato di Lecce
Per continuare in treno: Ferrovia Sud-Est Lecce – Poggiardo
Per continuare in autobus: Autolinee S.T.P. di Terra d’ Otranto

IN AEREO
Aeroporto del Salento di Brindisi
Navetta per Lecce

CASTRO, NEL SALENTO

L’antica Castrum Minervae, avamposto militare d’età romana, corrisponde all’attuale cittá di Castro comune di 2.426 abitanti in Provincia di Lecce (Puglia, Italy).
Il territorio comunale, situato lungo la costa orientale della penisola salentina, si articola tra l’ abitato principale (Castro alta) di cui sopravvive il pregevole borgo medievale, posto su un promontorio a 98 m s.l.m., e dalla parte bassa (Castro Marina), sorta intorno al porto turistico. Centro balneare a forte vocazione marittima, legata alle tradizioni della pesca, vanta origini antiche quale erede della romana Castrum Minervae. Il territorio della cittá è impreziosito da siti in grotta unici al mondo dal punto di vista biologico e carsico, quali Grotta Zinzulusa e Grotta Romanelli, che hanno restituito testimonianze archeologiche d’età preistorica straordinarie. Il promontorio della città (Punta Mucurune) venne fortificato già nel II millennio a. C. ed è stato stabilmente popolato, pur con alterna fortuna, fino ad oggi. Il sito antico ha conosciuto momenti di splendore sotto i Messapi, svolgendo un ruolo rilevante di emporio munito di porto; colonia romana, dopo la guerra contro Taranto, conservò tutta la propria importanza mercantile e strategica per il controllo del Canale d’ Otranto (lo Ionos Poros per i Greci), anche in età bizantina.
In età medievale fu sede di Diocesi e di Contea, governando un ampio territorio con numerosi Casali. La Diocesi e la Contea furono soppresse agli inizi del XIX secolo.
Il Comune, autonomo dal 1978, ha recuperato il proprio patrimonio storico, architettonico e monumentale ed ha in corso numerose campagne di scavo archeologico, in collaborazione con l’Università del Salento.
Da decenni rinomato centro turistico e balneare, si fregia da 8 anni dell’ambita Bandiera Blu d’Europa e negli ultimi 2 anni delle 5 e 4 Vele di Legambiente ed è stata elevata al titolo di “Città” con decreto del 20 Giugno 2017 del Presidente della Repubblica Mattarella, per “ricordi, monumenti storici e attuale importanza”, su relazione del Ministro dell’ Interno.
Vanta un gemellaggio con la città di Edremit in Turchia, in virtù del riconoscimento di Castro come luogo di approdo del leggendario eroe omerico Enea, nel III libro dell’Eneide.

PER SAPERNE DI PIÙ

PER ARRIVARCI

IN AUTO
Uscita autostrada Bari Nord
Strada statale 16 Adriatica Bari-Lecce 150 Km
Lecce – Castro 48 Km

IN TRENO
Stazione Ferrovie dello Stato di Lecce
Per continuare in treno: Ferrovia Sud-Est Lecce – Poggiardo
Per continuare in autobus: Autolinee S.T.P. di Terra d’ Otranto

IN AEREO
Aeroporto del Salento di Brindisi
Navetta per Lecce